Intervista con l'Arcangelo Michele E-mail

Intervista di Steve Beckow con l’Arcangelo Michele, tramite Linda Dillon
6 agosto 2012.

L’Ascensione.

S.B. Allora, Signore, ho pensato che sarebbe bene oggi occuparci delle numerosissime persone, che vorrebbero sapere cosa accadrà da oggi al 31 dicembre, o qualunque data sia. Cosa possiamo aspettarci che accada nei nostri corpi, emozioni e esperienze di vita?

A.M. Già molte cose sono in corso e questo è particolarmente vero per chi sta leggendo questo messaggio e aveva già deciso - prima ancora d’incarnarsi – che avrebbe partecipato all’Ascensione, insieme e da Gaia, con i Galattici, gli Intergalattici, il collettivo umano e i Regni.
Pertanto, non accantonate quanto già avvenuto. È vero che ci sono molte persone – voi direste la maggioranza – che non sono affatto consapevoli dei molti cambiamenti che stanno accadendo nei loro corpi, nella loro mente e nel loro stesso essere. Nondimeno, questo non significa che detti cambiamenti non siano già in atto.
Sapete che non si tratta di un processo breve e che è già iniziato. Abbiamo spesso fatto riferimento a una partecipazione da ben venticinque anni da parte del collettivo umano a questa impresa, ma cerchiamo di essere chiari: per ciascuno di voi, che ha deciso consciamente e con tutto il cuore di partecipare all’Ascensione, e che la sta accogliendo con entusiasmo e intensamente nella sua vita, nella sua coscienza, nel suo essere, questo processo è iniziato molto prima di averlo scelto reincarnandovi. E’ andato avanti ed è la base su cui avete costruito tutta la vostra vita.
Adesso, a che punto siete? Non voglio usare la parola “bloccati”, riferendomi a questo processo, né la userò in seguito. Invito voi tutti a cancellare tale parola e a correggermi qualora la usassi nuovamente! Voi chiedete: quali cambiamenti dobbiamo aspettarci? Ed io chiedo a ciascuno di voi di osservare i vostri cuori, i vostri corpi, l’ambiente in cui vivete e le circostanze in cui vi trovate.
L’indice più chiaro di quel che sta accadendo all’interno del processo di Ascensione è il vostro cuore. Esso è, infatti, il centro del vostro essere, che conosce e decide che avete scelto l’amore, che siete più felici e meno irrequieti, meno impazienti e, al tempo stesso, più desiderosi di lanciarvi nella nuova avventura, liberandovi della realtà tridimensionale della dualità, della polarità e di tutti i falsi paradigmi, creati nella terza dimensione.
Nella forma fisica, cominciate a sentirvi ristrutturati e vorremmo suggerirvi, non soltanto all’esterno, ma dall’interno all’esterno, perché molto di quanto sta accadendo con l’attivazione di alcune parti del cervello, delle glandole, degli organi, del midollo spinale, delle fibre subatomiche, del DNA, riguarda il passaggio da una base di carbonio a una cristallina. Pertanto, seguite con attenzione la vostra forma fisica.
Ebbene, molto è stato detto e ci sono tuttora grandi discussioni sui sintomi dell’Ascensione – influenza cosmica, picchi di depressione e il loro contrario, ma è anche il vostro corpo che si sta trasformando, non solo per sopportare frequenze più elevate e mantenerle, ma perché siete già in grado di incamerare più energia, frequenze più elevate, più amore e più Luce, di quanto mai avvenuto prima.
Vediamo ora cosa tutto ciò significa sul piano fisico. Prima di tutto significa che, se ci sono complessi di circostanze di tipo mentale, emotivo o causale - a qualsiasi livello all’interno della forma fisica – e ce ne sono! – verranno in superficie per essere accuditi con amore, liberati ed eliminati. Pertanto, non sorprendetevi se vi capita di pensare “Ebbene, sto facendo il mio lavoro e in modo sempre diligente, ma quest’asma, o diabete o altro, sembrano affliggermi peggio che mai”.
Oppure, se avete qualche difficoltà emotiva, squilibrio da depressione o ansietà, e improvvisamente vi sentite ancor più ansiosi di quanto non foste da anni, questo è perché una data situazione, l’imprint o l’effettivo ancoraggio all’interno del vostro fisico, sta risalendo in superficie.
Vediamo ora come sta venendo a galla e come si rapporta all’Ascensione?
Per primo, vi assicuro che la comunione di ciascuno di voi, in questo periodo di transizione, con Madre/Padre Unico, con le vostre guide, con i vostri fratelli e sorelle dello Spazio, non solo non diminuisce, ma sta aumentando e continua a crescere rapidamente. Per questo motivo, siete ora in grado di incamerare ancor più energia che, entrando, agisce anche da purificante, come un aspirapolvere, un detergente per tutto ciò che rimonta.

Ma al tempo stesso, viene anche la guarigione e scoprirete che comincerete a sentirvi più vibranti, più giovani – più giovani nel senso umano della parola, perché per noi il senso della parola “giovane” è alquanto diverso! Presto ricorderete tutto ciò.
Diciamo che sembrerete più vibranti e, di conseguenza, più giovani. Avrete l’impressione che tutto il vostro corpo, tessuti, pelle, ossa, flessibilità, gli organi, tutto sembra funzionare in modo più armonioso, efficiente, più consono a quel che veramente siete. Osservate attentamente tutto questo; prestate attenzione anche alle riuscite o alle qualità che, a lungo avevate cercato di sviluppare e che, improvvisamente, sembrano presentarsi.
Vi faccio un esempio importante.  Molti di voi chiacchierano con me ogni giorno – di fatto, parlate con tutti noi! – raccontandomi di aver perso o guadagnato qualche chilo. E quello che notate è la facilità con cui il vostro corpo sembra adeguarsi a quella che è la forma migliore per voi, Carissimi. Si tratta, in tal caso, di una forma fisica, facile da prevedere.
L’Ascensione è un processo collettivo e aperto a tutti, perché tutti sono egualmente bene accolti. Nondimeno, a causa delle diverse strutture temporali in cui vivete, alcuni hanno già fatto un balzo in avanti, altri sono ancora esitanti davanti all’ostacolo, mentre altri ancora non sono neanche giunti di fronte alla barriera. Queste tre fasi, mentale, fisica e emotiva dovrebbero progredire insieme.
Parliamo ora del mentale. Questo è qualcosa che potete osservare e misurare in voi stessi, perché è proprio quello che in realtà state chiedendo. I vostri cuori, quelli di voi in ascolto, stanno in realtà gridando verso di me “Signore, come faccio a sapere? Come posso essere sicuro?”
Un’altra misura, Carissimi, riguarda la vostra acutezza mentale, inclusi gli interessi riguardanti il mentale (come il caro Steve ha riscontrato di recente), la memoria e altri esercizi mentali e il fantastico balzo – che ognuno di voi sarà chiamato a fare – un salto di qualità di quella che chiamereste acutezza mentale o perspicacia.
Per primo, parliamo del declino dell’interesse. Dalle nostre conversazioni radiofoniche, abbiamo talvolta l’impressione che vi siano state trasmesse informazioni a sufficienza, mentre altre volte che non mostrate alcun interesse a digerire i volumi e volumi d’informazioni, che vi sono somministrati.
Collettivamente, per tutto quest’anno e parte di quello scorso, e per molti di voi ancora di più, vi trovate al punto in cui state per passare dall’era dell’informazione elettronica all’era del creatore. In effetti, non è il termine esatto per una spiegazione intellettuale, ma è un termine che identifica il collettivo e che include ciascuno di voi, carissimi Angeli che siete.
Pertanto, quello che potete osservare in voi stessi, e che vi serve per misurare il vostro progresso, è che il vostro interesse nell’uso dell’informazione si sta spostando. Questo, però, non significa che siete meno interessati, curiosi e spinti ad ascoltare, imparare e conoscere la verità. In realtà, questo sta diventando una passione ardente.
Di conseguenza, state diventando più selettivi circa l’informazione da assorbire e anche il vostro mentale si sta riequilibrando. Gran parte del collettivo umano ha vissuto, e tuttora vive, nel mentale, e così ha fatto da migliaia di anni. Nelle vostre culture – e questo comprende purtroppo ogni parte del mondo – la mente, l’ego e la personalità sono diventati assolutamente fondamentali.
Pertanto, una delle cose che stanno ora accadendo è che il vostro mentale si sta ora armonizzando con il vostro vero essere. Quelli tra voi il cui mentale era forse sovreccitato, scoprono ora che, in qualche modo, esso si sta mettendo da parte e che le cose in cui prima era stato alquanto impegnato, ora se ne sta progressivamente distaccando.
E sarà un flusso e riflusso, come gli alti e bassi delle maree, come le creste dell’onda, come un punto d’inversione, e al suo posto subentrerà l’equilibrio. A questo punto, la tendenza sarà di non avvalersi più del corpo emotivo – sebbene qualcuno di voi deve riequilibrare anche questo – ma di servirsi sempre di più del corpo spirituale, che è la vostra vera essenza. E noi vi chiediamo di acconsentire a farlo.
Facendosi da parte, il mentale ha provocato quel che in linguaggio umano potrebbe definirsi l’annebbiamento di alcune memorie, o piuttosto, la diminuzione della perspicacia. Alcuni di voi hanno l’impressione di non riuscire a ritrovare informazioni o ricordi, tanto rapidamente quanto sapete di poter farlo. E per alcuni di voi, Carissimi, questo è fonte di preoccupazione.
Perciò, stasera sono qui per dirvi che qualunque cosa facciate, cessate di preoccuparvi. Passate a me i vostri timori, dateli alle vostre Guide, dateli alla Madre Universale, ma smettetela di aggrapparvi a essi. Alcune delle vostre memorie si stanno, per così dire, appannando, perché di natura emotiva e ormai inutili. Esse, infatti, non contribuiscono alla vostra interezza, all’amore, al vostro miglioramento. Si tratta di situazioni che in passato vi hanno ossessionato e per anni sono state come una crosta sulla pelle, per cui è semplicemente giunto il momento di liberarsene.
Ma io sono qui anche per aiutarvi in una nuova e bene accolta avventura, che aspettiamo con gioia. Adesso – dopo questo intervallo che per alcuni è stato di giorni, per altri di settimane o di alcuni mesi – può succedere che una mattina vi svegliate con una grande chiarezza mentale, come mai percepita prima. Come vi abbiamo già spiegato, il piano universale, quello della Madre, non è di estirpare le capacità mentale; al contrario, si tratta di metterle in completa armonia con tutte le vostre altre componenti.
E questo accadrà abbastanza rapidamente: come qualcuno che giri l’interruttore della luce. Tuttavia, essendo già passati attraverso un periodo di riarmonizzazione, scoprirete di essere perfettamente equilibrati e non avrete bisogno di perdere tempo con il mentale e le sue attività. Quel che, invece, state facendo è usarlo in armonia con la vostra componente emotiva e la vostra realtà fisica, che non è solo il vostro corpo, ma anche la realtà di Gaia, per poi iniziare ad entrare appieno in una perfetta collaborazione co-creativa con voi stessi, l’Umanità, i vostri fratelli e sorelle delle Stelle, i Regni e noi.
Pertanto, il riequilibrio è tanto emotivo quanto mentale e fisico. Non sta avvenendo in modo isolato, ma consecutivo, perfino se talvolta avviene anche simultaneamente. Non si tratta di dire “ adesso sono nella fase di guarigione mentale, o in quella emotiva, oppure mi sto rigenerando fisicamente.” Tutto ciò è intrecciato, tessuto insieme e sarà per voi un’esperienza ancor più sentita dei sintomi dell’Ascensione, come li chiamate voi. Questo non significa che detti sintomi spariscano, ma solo che entreranno a far parte di un contesto più ampio.
Adesso, volete da me delle date. Quando sentirete che le vostre facoltà mentali sono diventate più acute, le vostre emozioni più definite ed equilibrate e il vostro corpo è giovane e vibrante, allora saprete anche che siete sul punto di ascendere completamente.
Vi abbiamo detto che alcuni passeranno attraverso il portale all’ultimo minuto, gridando e scalciando. Tutti sono benvenuti, ma un gruppo di voi è ormai bene avviato, avendo già sperimentato proprio quanto appena descritto.
Ora, prima di passare a un’altra domanda, aggiungo che alcuni di voi stanno tuttora sperimentando l’integrazione, con tutta la sua intensità, dell’amore del Padre/Madre, con i picchi di grande energia, e chiarezza. Andate ora a cercare il Cuore dell’Uno, e questo contribuirà a equilibrarvi.
Non pensate, però, che il processo sia concluso, soltanto perché ne abbiamo parlato all’inizio. È un equivoco umano e della vostra società. Essendo le vostre credenze costruite in sistema, ricevete una gran quantità d’informazioni, per cui a un certo punto pensate “Ho letto tutto e quindi ho finito”. Ma non è così, e la comprensione è ancora in atto, perché è progressiva, trattandosi di uno sviluppo. Per voi, cui ora sto parlando, non è soltanto un momento nel tempo.
Alcuni di voi mi dicono: “Ebbene, allora sono confuso. Perché devo passare attraverso questo lungo processo di esperienze, mentre ad altri basta girare l’interruttore?! Peccato non aver scelto meglio il momento del risveglio!”.
Carissimi, questo è il vostro modo di servire. Questo è quello che avete detto a Padre/Madre e a tutti: ai Consigli e alle Compagnie celesti, ai vostri fratelli e sorelle delle stelle “Io voglio andare e preparare la strada”. È come mettere i semi nei campi, affinché quando viene la primavera, qualcosa crescerà e sarà poi raccolto. È quello che state facendo, perché siete forti, perché siete dei leader che mostrano il cammino. E la scelta fu vostra, non nostra.
Steve, ho risposto esaurientemente alla tua domanda, o ho solo iniziato a farlo?

S.B. Certamente, Signore. Ma so che taluni non sanno cosa pensare sull’intera questione dell’Ascensione, e non intendo solo la loro Ascensione personale, ma anche l’Ascensione di Gaia. Secondo me, alcuni credono che ascenderanno senza lasciare questo luogo tridimensionale. Altri credono - mi scusi, ma cerco di essere chiaro – che ascenderanno lasciando del tutto la terza dimensione, spariranno da essa per riapparire nella quinta. Qualcuno ha detto anche che taluni torneranno indietro.
Pertanto, dal punto di vista dell’osservatore, da quello delle persone che restano nella terza dimensione, la gente che ascende prima – presupponendo che non possano tornare indietro neppure per un secondo per raccontarcelo – allora cosa fanno, spariscono dalla vista della terza dimensione? E quando Gaia stessa ascenderà, scomparirà dalla terza dimensione? In tal caso, cosa accade alla gente che si trovava nella terza e non raggiunge la quinta?
Puoi aiutarci a capire, per favore, cosa si vedrà durante il processo di Ascensione?

A.M. La cosa assolutamente unica e bellissima della meravigliosa Ascensione di Gaia e di tutti su di Lei, è che manterrete la forma fisica. Ed è proprio per questo motivo che i vostri corpi fisici stanno mutando – oserei dire – si stanno rigenerando, perché Gaia intende mantenere una determinata forma fisica.
Pertanto, la forma fisica non sarà abbandonata. Al contrario, rimarrà. Quindi, non è questione che un minuto siete nel vostro corpo e subito dopo non l’avrete più, diventando soltanto una forma spirituale. Non sarà per niente così. Avrete una forma più leggera? Senz’altro sì, ma pur sempre una forma fisica.

S.B. Ma non una forma della terza dimensione. Dico bene, Signore?

A.M. Dici bene. Potete immaginare Gaia come un vastissimo corpo – e, di fatto, lo è – che, come il vostro, si sta espandendo e sta crescendo. E, per un breve periodo, l’orlo più esterno di Gaia sfiorerà la terza dimensione, provocando un’esperienza fisica. Questo, tuttavia, non significa per niente restare ancorata alla terza dimensione.
Quello che state facendo – e mi dilungo per spiegarlo bene – è che state andando verso i regni superiori.  Adesso, ancorandovi nella quinta, vi sarà possibile scegliere la fisicità anche se non così densa come nella terza realtà, ma questo non vuol dire che il regno di quella che voi crdete fisicità, semplicemente sparirà.
Qualcosa cambierà, certamente, perché nella quinta dimensione non c’è posto per le caratteristiche che gli Umani hanno sviluppato e cui si aggrappano, perché semplicemente non potrebbero più esistere. Domandate, dunque e siete liberi d’interromperi, perché non mi offenderò.

S.B. Grazie.

A.M. Quelli che in questo  momento si trovano nella terza dimensione, possono vedervi. È quasi come un effetto-specchio e dalla quinta dimensione è possibile vedere in basso. Immaginate tutto questo come se io fossi proprio ora davanti a voi. La gente può vedervi e percepirvi, ma per loro è sempre un’esperienza tridimensionale. Detta esperienza non potrà durare a lungo, semplicemente perché Gaia ne sta uscendo completamente. Pertanto, per poter rimanere su Gaia, voi state ascendendo, e state ascendendo verso vibrazioni più elevate. Sì, so bene che spesso abbiamo detto cose diverse, ma si tratta di frequenze più elevate, cui voi potete accedere da un punto delle dodici realtà.
Allora, quelli che hanno scelto di non ascendere e, con tutto il loro essere, cuore mente e anima, hanno stabilito di non cambiare idea neanche all’ultimo momento e deciso dunque di non spostarsi, per loro sarà diverso. Diciamo che saranno raggruppati per essere inviati altrove, dove potranno continuare l’esperienza tridimensionale e per loro nulla sarà veramente cambiato.
Però, non saranno su Gaia, essendo Gaia altrove, ma si troveranno in circostanze per cui crederanno di essere su Gaia e tuto ciò che osservano è eguale a prima – fintanto che n comprendono quali  scelte hanno oppure morire. A questo punto, ritorneranno a casa e, rivedendo l’esistenza vissuta, comprenderanno cosa è accaduto e, comunque, sanno che non saranno giudicati. C’è solo un’offerta entusiastica e la fede, perché non c’è alcun essere umano né altra creatura, che si è incarnata in questo periodo senza essere stata, fin da prima, consapevole di quanto sta per accadere.
Adesso vediamo se abbiamo dimenticato qualcosa. Infatti, a tutti – consciamente o inconsciamente – è data l’opportunità di ricordare o, se non proprio ricordare, di poter dire “ sì, tutto questo è logico e credo che lo farò, perché il mio cuore me lo suggerisce”.
Un'altra questione è la domanda che voi, che vi siete preparati con la massima cura, vi ponete . “Se costoro non si sono in alcun modo preparati e non sono consapevoli di quel che sta accadendo, come potranno essere pronti?” Ma i cambiamenti stanno già avvenendo, sia pure impalpabili, in tutta la popolazione. Il Padre/Madre certo non ha detto “Noi ci limitiamo a illuminare soltanto i credenti o le persone coscienti.” Non è per niente così, e ogni essere del pianeta sta per essere raggiunto. Il passaporto, il biglietto, il punto d’ingresso per l’Ascensione è l’amore e lo è sempre stato. Ecco di cosa si tratta, di un ritorno all’amore.
Pertanto, se nelle savane africane, c’è una donna, che non ha la TV e neppure Internet, che non ha mai sentito parlare del Consiglio d’Amore, che non sa chi siano gli Arcangeli, ma ha il cuore colmo d’amore, che ama Gaia e la sua famiglia, che si incanta davanti un tramonto e che accudisce gli anziani, costei è la personificazione dell’amore e, naturalmente, ascenderà. Perché in lei c’è la purezza.
Di conseguenza, il fattore decisivo non è collettivo, bensì individuale. È il sentimento che conta e come lo si esprime, e non le parole spesso vuote, che molte volte udiamo, come anche le promesse mancate. Tanti esseri umani hanno dimenticato il vero e profondo significato di un impegno preso con una promessa o un giuramento. Ma voi personificate l’amore e, di conseguenza, siete pronti ad ascendere.
Ho semplificato abbastanza?

S.B. Non credo che potresti essere più chiaro. La gente continua a cercare di visualizzare quello che accadrà all’Ascensione e, pertanto, un altro punto della discussione riguarda “mi sveglierò, per esempio, il 22 dicembre, ritrovandomi nel mio appartamento di sempre?” Per quel che mi riguarda, spero di avere un migliore alloggio!  Mi sveglierò, dunque, nello stesso appartamento e nello stesso edificio, e che aspetto avranno? Saranno cambiati e cosa rimarrà come prima?

A.M. Sarete mutati. La vostra percezione sarà mutata. Il vostro cuore e la vostra capacità di vedere e di percepire saranno mutati. La vostra capacità di accettarvi finalmente come co-creatori e creatori, sarà cambiata.
Di conseguenza, non saranno né la Terra, come la conoscete, né il vostro appartamento, né l’edificio a essere trasformati, bensì è la vostra percezione di tutto questo che, di colpo, è cambiata. Non appena svegli, uscite fuori! Avrete allora una percezione di Gaia così luminosa, chiara e brillante e vasta, come mai potreste concepirla ora.
E ora, cosa succederà? Sì, Carissimi, avrete veramente nuove abitazioni! Vi guarderete attorno e esclamerete “ Questo non è ciò che avevo scelto! Non è qui che desidero vivere!” e così sia! Usando gioiosamente i codici genetici, comincerete immediatamente ad allineare l’energia subatomica e i codici molecolari, per ottenere esattamente quel che visualizzate.
La realtà della quinta dimensione è quanto mai flessibile. Per voi la terza dimensione è molto solida ed è diventata tale a causa delle false credenze. Ma altrove non è così e, di conseguenza, il 23 dicembre potrete creare per voi stessi un Taj Mahal, e a Capodanno dirvi che è troppo grande, e riorganizzare le molecole in modo da avere una graziosa villetta in un tipico villaggio inglese. E tutto ciò nella fisicità.
E tutto ciò sarà fatto in unità con i vostri fratelli e con i fratelli e le sorelle dello spazio per creare insieme non delle mere strutture che sarebbero del tutto accessorie, ma delle vere comunità. Permetteteci di suggerire che persino le strutture che stanno per essere create, saranno incredibilmente più belle di qualsiasi altra struttura terrena, che attualmente avete. Nondimeno, ci sono già magnifici esempi di architettura da quinta dimensione, città di luce che sono già nel vostro pianeta, anche se, nel complesso, sono abbastanza banali.
Pertanto, non stiamo creando una situazione in cui, svegliandovi sarete indotti a credervi vittime di allucinazioni o di aver perduto tutto ciò cui tenevate. Non sarà per niente il caso, al contrario, vi sveglierete perfettamente conci che sta per iniziare un nuovo giorno.
Un nuovo giorno, che sarà meraviglioso e colmo di gioia. Voi che siete gli apripista avrete la sensazione di essere strattonati, vi trovarvi in pieno trambusto. Non si tratta della vostra immaginazione: lo siete veramente, perché state aprendo la strada e formando la matrice. Vi trovate a far parte di molte dimensioni simultaneamente e, essendo nati in una realtà tridimensionale, non ci siete abituati.
Ma lasciatemi dire che, in generale, vi state adattando ammirevolmente bene e possiamo anche, per un momento, parlare delle vostre co-creazioni. Al momento, carissimi Apripista, le vostre creazioni e quelle in comune, sono state in primo luogo focalizzate soprattutto nel preparare la collettività umana al prossimo futuro, al cambiamento, al passaggio dell’Ascensione e per il ritorno al piano della Madre.
Pertanto le vostre creazioni si sono espresse nella scrittura, blogging, nella musica, nel creare comunità, guarire, insegnare, sbarazzarvi della vecchia mentalità, entrare in nuovi modelli di comunicazione e comprensione, allargando il vostro cuore, il vostro corpo fisico, mentale ed emotivo e imparando a condividere l’informazione. Perché non voglio certo dire che l’informazione non è importante. Tutto è incredibilmente importante. Le vostre creazioni, quindi, sono state principalmente centrate sull’adeguarsi alle vibrazioni, nonché nel favorire l’ampliamento collettivo delle nuove frequenze.
Quindi, quando vi rivolgete a me, dicendo: Michele, tu mi dici che sono nella quinta dimensione e mi sto ancorando nel nuovo, ma io continuo ad avere problemi di salute, come pure con le mie finanze e con le bollette dell’appartamento”. Io ti rispondo, “Carissimo, è vero, ma questo per via della profonda generosità del vostro cuore che, anziché occuparsi dei bisogni materiali, vi porta ad aiutare la collettività a rompere con i vecchi schemi, soprattutto della fisicità.
E per tutto ciò la nostra gratitudine è immensa. Desideriamo che conosciate tutta la nostra profonda stima e impegno in questa nostra associazione, che è veramente genuina. Si tratta di una vera partnership. Non preoccupatevi, dunque, degli incidenti che possono capitare a voi e in famiglia. Occupatevi di quel che è necessario e della massima importanza. E, come Apripista, è esattamente quello che state facendo.
In quanto esseri umani che abitarono nella terza dimensione, sappiamo che non potete impedirvi di pensare in termini fisici. E anche se vi ripetiamo innumerevoli volte “Tutto va bene”, sappiamo che si tratta dei vostri punti di riferimento. Ce ne rendiamo perfettamente conto, ma quando farete un passo fuori e gli alberi cominceranno a cantare, allora capirete.

S.B. E l’erba e l’acqua?

A.M. Oh! Si! Quando l’acqua v’inviterà a immergervi, non per un bagno o per nuotare, ma per entrare in relazione con lei, aggiungendo la vostra energia alla sua, sarà un’esperienza del tutto diversa, non solo di ordine fisico, ma un’emozione, un senso di connessione, di essere in comunione. Questo è il cambiamento.
Fare questa esperienza costituisce una gioia immensa. Per questo motivo, da parte nostra insistiamo tanto sulla gioia.

S.B. Credo che la gente non ne sia consapevole, Signore. Penso che non arrivino a immaginare tutta la portata della beatitudine nella quinta dimensione: una beatitudine tale da rendere tutto migliore.

A.M. E’ proprio vero che migliora ogni cosa; ma uno degli elementi più importanti di tale miglioramento è la risvegliata consapevolezza degli Umani. Adesso Gaia ha fatto un notevole balzo in avanti, ma anche prima che questo avvenisse, l’acqua parlava con gli alberi e la sabbia, I fiori conversavano con le piante e o le rane. C’è sempre stata armonia tra i regni della natura e Gaia, molta di più di quanto gli Umani ne siano consci.
Volete, dunque, sapere se sarà più facile? Certamente, lo sarà. Per esempio, voi parlate molto di tensioni finanziarie. Se, trovandovi nella vostra co-creazione, poteste spostarvi nel tempo e ricordare come tessere molecole e codici, il senso tanto dominante nella terza dimensione di bisogno, naturalmente abbinato ad avidità, subordinazione e miseria, scomparirebbe.
Ora è per voi impossibile concepire l’assenza di necessità: mangiare semplicemente perché ne avete voglia, perché volete farne l’esperienza, per uno scambio con la natura, in modo da diventare più consapevoli di quello che mangiate, di quello che condividete e di quello che desiderate.
Noi ci rendiamo conto che voi tutti ragionate in termini di solida fisicità, ma in verità, il meglio deve ancora venire!

S.B. D’accordo, Signore, ma a questo punto vorrei intervenire. Prima di tutto, scusandomi con Asthar vorrei sapere se di sicuro sarà con noi la settimana prossima. Poi, permettimi Signore di leggerti l’elenco di domande in modo che tu possa, a tuo piacimento, rispondere nei circa quattro minuti restanti.

  • La prima, è che la gente vorrebbe essere rassicurata su quel che vede accadere, e cosa succederà ai bambini e agli animali domestici: andranno automaticamente con loro? Questa è la prima domanda.
  • La seconda domanda, penso che vogliano sapere cosa vedrà un osservatore che guardi verso la Terra il 21 dicembre. Vedrebbe la Terra sparire? O esplodere in milioni di pezzi? Cosa vedrebbe quell’ osservatore?
  • La terza domanda riguarda il nostro arrivo nella quinta dimensione, se otterremo i nuovi poteri istantaneamente o se ci sarà un processo di crescita e di apprendimento?
  • L’ultima domanda è se la maggior parte delle persone arriverà al livello più basso della quinta dimensione. E l’esperienza di chi arriva ai livelli inferiori della quinta dimensione sarà diversa di quella di chi va ai piani superiori?

Queste sono le mie domande, Signore.

A.M. Risponderà dapprima all’ultima domanda, e la risposta è affermativa. Naturalmente, ci sarà un processo di espansione e apertura. Ma deve essere chiaro che si tratta di una maturazione, non di un conflitto: un fiorire e un gioioso fiorire.
Bambini e animali domestici: sempre che non si tratti di un animale ostinatamente deciso a restare con il suo padrone nella terza dimensione, tutto il regno animale ascenderà.
I bambini sono puri e innocenti, persino quelli che sono stati maltrattati e feriti. C’è a riguardo molta dolcezza, i bambini ascenderanno e non preoccupatevi per loro.

S.B. Con i loro genitori, contemporaneamente?

A.M. Certamente, perché è una questione di amore. Non si possono separare le famiglie, perché sarebbe per loro straziante.

S.B. Non sarà necessario che la madre rincalzi il bambino nel letto, né faccia altro, perché andranno via tutti insieme, è così?

A.M. Sì, è proprio così.

S.B. Benissimo, okay. Cosa vedremo, immediatamente, non appena arrivati nella quinta dimensione? Acquisteremo all’istante tutti i poteri di cui abbiamo bisogno o ci sarà un processo di apprendimento. E cosa vedremo?

A.M. Ci sarà un breve processo di apprendimento, che potreste considerare di adattamento, ma non sarà né lungo né difficile e il ci livello dell’apprendimento sarà tale, che non potreste sopportarne uno maggiore. Ma non preoccupatevi, perché la capacità d’apprendimento diventerà sempre maggiore e non dimenticate, cari Ascoltatori, che portate tutto con voi, che nulla rimane e che tutto sarà attivato.
Alcuni di voi – improvvisamente, diventeranno creativi in campo musicale e nelle arti. Altri invece s’interesseranno alla fisica quantica e alle stelle. Ci sarà una grade apertura, con tutto lo spazio per crescere: Carissimi, l’Universo è infinito e così siete anche voi.


Sito originale: www.treeofthegoldenlight.com